L’associazione di estratti secchi o fluidi di biancospino (Crataegus monogyna), passiflora (Passiflora incarnata) ed escolzia (Escolzia californica), è uno strumento estremamente utile per diminuire la sintomatologia dell’ansia (tachicardia, somatizzazioni a livello gastrico e intestinale) e per migliorare la durata e qualità del sonno.
Di seguito riportiamo un buon articolo che spiega in modo abbastanza dettagliato le proprietà del biancospino come bradicardico indiretto