Il fermentato di Riso Rosso è un integratore a base di Monocolina K, ottenuta attraverso la fermentazione di Oryza Sativa ad opera di un particolare lievito: il Monascus Purpureus. Il processo di fermentazione genera la Monocolina K che, da un punto di vista chimico e farmacologico, è indistinguibile dalla Lovastatina.Le statine aiutano a migliorare il profilo lipidico ematico, agendo sulla cascata di sintesi del colesterolo endogeno. Infatti il nostro corpo produce e utilizza il colesterolo come costituente fondamentale per le membrane delle nostre cellule e per produrre ormoni (mineralcorticoidi, glucocorticoidi, ormoni sessuali, etc). In alcune condizioni, riconducibili a un regime alimentare non corretto o a precise patologie come l’ipercolesterolemia familiare, i livelli plasmatici elevati di colesterolo (>200) aumentano il rischio di patologie cardiovascolari.

Le statine rappresentano al giorno d’oggi i mezzi farmacologici più efficaci per ridurre selettivamente l’ipercolesterolemia LDL, permettendo di ottenere una significativa riduzione degli eventi patologici. Tali farmaci inducono, inoltre, un miglioramento generale del profilo lipidico riducendo i trigliceridi ed aumentando, con vari livelli d’efficacia, il colesterolo legato alle HDL.


Meccanismo d’azione

Le statine agiscono da inibitori competitivi dell’enzima idrossimeti-glutarilcoenzimaA-reduttasi (HMG-CoA reduttasi), enzima fondamentale nella sintesi endogena del colesterolo. La struttura chimica di queste molecole è estremamente simile a quella di un intermedio di questa sintesi (il 3-idrossi-3-metil-glutaril CoA). Grazie a questa somiglianza la statina si sostituisce ad esso e blocca in modo competitivo l’enzima provocando una riduzione della sintesi del colesterolo e un aumento “riflesso” dei recettori per le LDL a livello delle cellule epatiche, stimolati dall’ipocolesterolemia relativa, con conseguente ulteriore riduzione del colesterolo plasmatico.
Il Riso Rosso Fermentato si è dimostrato efficiente nel normalizzare il profilo lipidico plasmatico grazie alla presenza di fitocomplessi che agiscono in sinergia sia da un punto di vista farmacocinetico che farmacodinamico.

In farmacia è possibile reperire un preparato di Riso Rosso Fermentato titolato a diverse % di monacolina K (0.4%, 1.5%, 3%, 10%). La dose giornaliera prevista deve essere tale da non superare i 10 mg/die, fissato dal Regolamento Europeo 432/2012, che annulla il limite prudenziale, seppur efficace, di 3 mg/die fissato dal ministero della Salute Italiano. Riguardo agli altri estratti vegetali utilizzati tradizionalmente (carciofo, aglio) o emersi solo recentemente (fitosteroli, berberina, isoflavoni) come potenziali ipocolesterolemizzanti, le evidenze sono ancora insufficienti per dimostrare tali proprietà.

Conferme per il Riso Rosso Fermentato

Sono stati valutati gli effetti del riso rosso fermentato sui lipidi plasmatici. Si è trattato di uno studio clinico randomizzato, in doppio-cieco e controllato verso placebo. I pazienti sono stati assegnati random al trattamento con riso rosso fermentato o placebo per 16 settimane. Dalla sperimentazione è emerso che alla sedicesima settimana i pazienti in trattamento con riso rosso fermentato hanno registrato (verso trattamento placebo) una riduzione dei livelli di colesterolo LDL (23%) e di colesterolo totale (15%); tutto in termini  statisticamente significativi (p<0,001). Gli autori della sperimentazione osservano nelle loro conclusioni che il prodotto testato a base di riso rosso fermentato si è rivelato in grado di ridurre significativamente il colesterolo ed è stato ben tollerato (Ricerca realizzata da: Lipid Clinic, Rikshospitalet, Oslo,Norvegia)