La Bioimpedenziometria è un esame di tipo biolettrico, rapido e non invasivo, utile per conoscere la composizione corporea di un soggetto e per valutarne lo stato nutrizionale

 

La Bioimpedenziometria nella pratica nutrizionale e del dimagrimento

 

Prima di intraprendere qualsiasi terapia dietetica o programma di attività fisica è fondamentale eseguire un’analisi della composizione corporea dettagliata per stimare lo stato fisico, il grado di sovrappeso o obesità, lo stato nutrizionale, lo stato di idratazione, il metabolismo basale e il relativo dispendio energetico.

 

Perché è importante valutare la composizione corporea?

 

Un aspetto prioritario per chi vuole recuperare un sano peso forma è quello di conoscere la propria composizione corporea. Il peso indicato dalla bilancia non ci fornisce informazioni sulla quantità di massa grassa e massa muscolare che abbiamo, né ci indica se siamo ben idratati o in condizione di disidratazione o ritenzione idrica; la Bioimpedenziometria, invece, ci dà informazioni su tutti questi aspetti.

 

 

 

 

Come funziona l’esame bioimpedenziometrico

 

La BIA si basa sul principio per cui le diverse tipologie di tessuto esprimono una conduttività elettrica specifica, tale da renderle riconoscibili. Tutte le strutture biologiche oppongono una forza al flusso di correnti continue o alternate che le attraversano, generando una impedenza. L’impedenza (Z), misurata dal bioimpedenziometro, dipende da resistenza (Rz) e reattanza (Xc) mentre la reattanza dipende essenzialmente dalla massa cellulare attiva. Nel corpo umano sano la resistenza contribuisce per ben il 98% all’impedenza mentre la reattanza incide su di essa per il 2% . L’analisi della composizione corporea completa l’indicazione fornita dalla bilancia e dalle circonferenze corporee. Essa infatti consente di distinguere i diversi compartimenti corporei, che possono subire variazioni importanti durante le diverse fasi della vita, durante un percorso di dimagrimento o anche durante alcune patologie:

 

  • Acqua totale (total body water) .Costituisce circa il 60% del peso corporeo di un uomo adulto. La TBW è suddivisa in due compartimenti:
  • Acqua intracellulare (ICV). Contenuta all’interno della cellula.
  • Acqua extracellulare (ECV). Rappresenta il volume del fluido che si trova all’esterno delle cellule
  • Massa magra (Free fat mass) . Costituita da muscoli, ossa, minerali ed altri tessuti non grassi. Essa è suddivisa in massa tissutale attiva ATM e massa extracellulare ECM.
  • Massa tissutale attiva ATM. Costituisce il tessuto metabolicamente attivo de corpo (organi, muscoli, cellule del sangue)
  • Massa extracellulare ECM. E’ costituita dai fluidi che si trovano all’esterno delle cellule.
  • Massa grassa ( Fat mass). E’ costituita dai tessuti adiposi esterni, spesso identificati come grasso sottocutaneo e dai tessuti adiposi interni, identificati come grasso viscerale.

 

 

 

Modulo di analisi della composizione corporea KeysOn®

 

©2019 - 1995 La Mandragola s.a.s. | Tutti i diritti riservati

Via Sant`Antonio 1, 37036, San Martino Buonalbergo, Verona